2014_ casa anziani_losone

A livello urbanistico la nuova struttura si pone parallela e sfalsata rispetto alla casa anziani esistente. Tra le due volumetrie si forma una tensione-dialogo che meglio definisce un’area pavimentata centrale e delle aree verdi retrostanti destinate alla ricreazione. L’idea è quella di uno spazio-cerniera, che permette un’intensificazione del rapporto tra le due strutture polivalenti per anziani grazie ad una sequenza di piani inclinati pavimentati, che favoriscono una percorribilità fluida degli spazi.

L’edificio, una sorta di monolite scavato, prevede una tipologia a pale di mulino, con i blocchi destinati alle camere che ruotano su ciascuno dei quattro fronti relazionandosi con il territorio circostante. Gli interstizi tra i singoli volumi diventano gli spazi aggregativi e sociali degli anziani e dei visitatori, nonché dei punti d’orientamento tra interno-esterno. L’involucro è rivestito con lastre in elementi prefabbricati di cemento.